+41 79 467 11 94 info@laredattrice.com

Landing page: fare centro con un copy a cinque stelle!

15 04 2019 | Copywriting, SEO

Stai pensando di promuovere la vendita online di un prodotto o di un servizio? Meglio ancora, ti sei già messo all’opera? Ottimo, perché in questo post voglio parlarti di uno strumento che può fare davvero la differenza: la landing page.

E il bello, sai qual è? Che curare i testi per una landing page è una delle attività che considero più stimolanti.

Perché il copy diventa più importante che mai: è l’elemento che può spingere alla conversione o alla… delusione.

Ma che cos’è una landing page?

Tradotto letteralmente, una landing page è una “pagina di atterraggio”. Già, forse non suona proprio benissimo, ed è per questo che anche in italiano preferiamo usare il termine inglese. Comunque, se si chiama così, c’è un motivo ben preciso.

Una landing page è infatti una pagina web che gli utenti raggiungono a partire da un annuncio pubblicitario. Quindi “atterrano” sulla pagina cliccando un link.

A cosa serve una landing page?

A questo punto, dirlo appare quasi scontato, ma lo scopo di una landing è quello di promuovere la vendita di un bene o di un servizio specifico.

Ti sembra semplice? Be’, ti assicuro che non lo è. I visitatori che atterrano sulla tua landing sono già potenzialmente interessati ad acquistare il prodotto che vendi, è vero, altrimenti non avrebbero cliccato sull’annuncio. Ma non per questo puoi pensare di cavartela con poco. La landing page collegata agli annunci della tua campagna AdWords è l’unica opportunità che hai per convertire i visitatori e trasformarli in clienti, possibilmente affezionati! Per questo è importante studiare la pagina in ogni minimo dettaglio.

L’approccio AIDA applicato alle landing page

L’approccio AIDA è uno dei pilastri del web copywriting e con le dovute sfumature può, anzi dovrebbe, essere applicato a qualsiasi testo promozionale. Quando però si parla di landing page, conoscere e saper usare questo metodo diventa davvero fondamentale. Quindi, poche chiacchiere e andiamo subito a vedere di cosa si tratta.

Se applicato nel modo giusto, il metodo AIDA ti consentirà di realizzare una landing page capace di prendere per mano i visitatori e accompagnarli alla scoperta del tuo fantastico prodotto, lasciandoli andare solo nel momento in cui avranno premuto il pulsante ACQUISTA ORA. Sembra interessante, che ne dici?

Se applicato nel modo giusto, il metodo AIDA ti consentirà di realizzare una landing page capace di prendere per mano i visitatori e accompagnarli alla scoperta del tuo fantastico prodotto, lasciandoli andare solo nel momento in cui avranno premuto il pulsante ACQUISTA ORA.

Sembra interessante, che ne dici?

Come si struttura una landing page efficace

Adesso facciamo un passo in più e andiamo a vedere come si applica il metodo AIDA alla realizzazione di una landing. AIDA è un acronimo (non te l’avevo ancora detto!) e ogni lettera corrisponde a una fase specifica del funnel di vendita, che trasformerà un semplice visitatore in un nuovo cliente!

ATTENTION: questa è la primissima fase, in cui catturare l’attenzione del visitatore è fondamentale. Bisogna fargli capire subito di essere atterrato nel posto giusto, per convincerlo a restare e scoprire cosa hai da offrirgli.

L’above the fold, cioè la parte della pagina web che è immediatamente visibile senza bisogno di scorrere verso il basso, è quindi importantissimo, perché deve sintetizzare la unique selling proposition del tuo prodotto e il principale beneficio che il visitatore trarrà dal suo acquisto.

INTEREST: dopo che l’utente avrà deciso di concederti la sua attenzione, devi riuscire a stimolare il suo interesse nei confronti del prodotto che gli vuoi vendere. Quali sono i benefici? Come funziona? Come potrebbe migliorare la sua vita?
DESIRE: eccoci arrivati alla fase in cui diventa cruciale fare leva sul desiderio del tuo futuro cliente. A questo punto, devi fare in modo che l’utente consideri l’acquisto del tuo prodotto come un’opportunità che non deve assolutamente perdere.

Quindi, via libera a offerte speciali limitate nel tempo, testimonianze di clienti soddisfatti e formule che permettono di ridurre le incognite legate all’acquisto, come la classica “soddisfatti o rimborsati”.

ACTION: e siamo finalmente arrivati al momento fatidico. Se fino a questo momento la tua landing page ha fatto bene il suo lavoro, il cliente è pronto ad acquistare.

Per farlo passare definitivamente all’azione e farglielo fare subito, ha però ancora bisogno di un piccolo rinforzo. Ricordagli perché ha bisogno del tuo prodotto e l’offerta speciale di cui potrà approfittare solo per poco tempo.

Perché landing page e copywriting vanno a nozze

Te l’ho già detto all’inizio del post, ma voglio ripeterlo a costo di sembrare noiosa:

il successo di una landing page dipende in grandissima parte dal copy.

È il testo a guidare gli utenti da una fase all’altra dell’AIDA e, se non è in grado di coinvolgerli e convincerli, puoi facilmente immaginare cosa succederà: il tuo visitatore abbandonerà la pagina e finirà dritto tra le braccia di un tuo concorrente.

Perciò, se vuoi il mio consiglio, eccolo:

rivolgiti a una copywriter come me (e non lo dico solo perché faccio questo mestiere :-)). Ci metteremo insieme a tavolino, studieremo il tuo target e realizzeremo un copy per la tua landing a cui sarà praticamente impossibile dire di no!

Cosa aspetti?

E ti aiuterò a creare la tua campagna in grande stile!

Resta sintonizzato sulle frequenze del web copywriting e della comunicazione online. Passa subito al prossimo post!